Le ricette per il colesterolo: una parte integrante per la soluzione di un problema

december 11, 2017  Stefano  Commenta

Molto si è detto e scritto sul colesterolo in merito alla salute della persona e delle eventuali abitudini da correggere, necessario è sfatare alcuni miti alimentari e capire che il colesterolo cattivo è da distinguere da quello buono, in primis.
Il primo fattore da capire è quindi quali ricette siano valide per il colesterolo alto qualora esso sia indice di colesterolemia legata all'eccesso di LDL (Lipoproteine a bassa intensità).
Uno dei bersagli storici delle diete che imponevano ricette per il colesterolo basso era il prodotto lattiero-caseario, quindi i latticini in generale.
Ora è chiaro che un conto è il formaggio a pasta morbida, un conto sono gli Yogurt con fermenti lattici vivi e steroli vegetali aggiunti; in quest'ultimo caso si tratta di una abitudine sana e da incrementare poiché l'assunzione di questi prodotti in misura giusta favorisce una migliore resa metabolica.

IN specifico ora circolano prodotti ad hoc che uniscono sia gli steroli che gli stanoli vegetali derivanti da alimenti naturalmente presenti ed i cui estratti favoriscono una migliore depurazione dell'organismo dai grassi in accumulo unitamente al mantenimento del colesterolo cattivo e della glicemia nei limiti di salute.
Si veda, ad esempio, il ruolo positivo della Lecitina di Soia e di altri semi naturali.
Proprio dall'osservazione di ciò che combatte questi fattori di rischio siamo, adesso, in grado di formulare dei corretti principi in merito a gustose ricette per il colesterolo basso le quali regalano dei pasti gustosi e soddisfacenti senza finire in punizioni alimentari di difficile sopportazione.

Siamo in grado anche di dire che ogni estremizzazione va combattuta in quanto il colesterolo è un essenziale componente strutturante delle cellule e quindi presiede alla loro riparazione o sostituzione.
Esso è inserito nella formazione e nella fissazione della vitamina D, degli ormoni steroidei e degli ormoni androgeni quali i ben noti: testosterone, estrogeni e progesterone.
Presiede anche alla produzione dei sali biliari, quindi attenzione a farlo cadere dai nostri valori sanguigni, l'obbiettivo è tutt'altro.
L'obbiettivo è quello di gestire i valori del colesterolo cattivo e di implementare un corretto modus metabolico con l'alimentazione e le ricette consigliate da esperti e tutori esperienziati in campo alimentare.